I DINTORNI

Cosa visitare a Trani e dintorni

A spasso con la storia

Storia e tradizione, il calore del sole sulla pelle e il suono e i profumi del Mediterraneo. Questa è Trani che come ogni città pugliese esprime tutta la sua generosità e magia attraverso le armoniose linee architettoniche del suo borgo antico. Quale perla dell’Adriatico, Trani è stata uno dei punti di passaggio delle epoche antiche, prima come importante centro romano, poi come fondamentale centro marittimo e di scambio commerciale anche sotto il dominio bizantino e di Federico II di Svevia, infine come sede giudiziaria e vescovile. Trani è una città che può essere visitata comodamente in un giorno ma che riserva mille sorprese che sbucano da ogni vicolo, sorprese che affondano nella meraviglia delle luminose pietre bianche delle costruzioni tipiche del territorio e negli odori e i colori del suo porto con le imbarcazioni turistiche e dei pescherecci riflessi nel blu del suo mare. Di lì a pochi metri non si può non visitare la meravigliosa cattedrale di San Nicola il Pellegrino, costruita in maniera inconsueta a ridosso del mare, come se fosse un faro, un faro che guida il mondo verso il porto della cristianità. Ma la bellezza della città è suggellata anche dall’imponente castello Svevo, voluto da Federico II di Svevia e che vide le nozze del figlio Manfredi con Elena Ducas. Ma Trani può essere anche un punto di partenza per visitare, a qualche chilometro di distanza le altre meraviglie del territorio del nord barese come Castel del Monte, altra roccaforte di Federico II e patrimonio dell’Unesco, l’altrettanto splendida città di Barletta o anche Margherita di Savoia con il suo famoso centro termale e le saline più grandi d’Europa. Scegliere Trani come meta di passaggio o punto di appoggio per visitare la Puglia è un’affascinante soluzione che non lascerà assolutamente delusi.